Cinema tra le culture Rassegna

Le associazioni di volontariato “Pro Rwanda” e “Mani Tese”, con il patrocinio del Comune di Faenza, in collaborazione con la nostra sala, vi invitano alla rassegna “Cinema tra le culture”. Tre film per riflettere sulle differenze che arricchiscono l’esperienza della convivenza e dell’incontro con l’altro. Gli spettacoli inizieranno alle ore 21,00. Ingresso € 3,00

img-e-sacro

[tabs slidertype=”top tabs”] [tabcontainer] [tabtext] QUASI AMICI [/tabtext][tabtext] TERRAFERMA [/tabtext][tabtext] IL SOLE DENTRO [/tabtext][tabtext] INFO [/tabtext] [/tabcontainer] [tabcontent] [tab]

QUASI AMICI

Martedi 4 Marzo – ore 21.00

Regia: Olivier Nakache, Eric Toledano

Nazione: Francia

Anno: 2011

Durata:  112 min

Genere: Commedia

Distribuzione: Medusa Film

Sceneggiatura: Olivier Nakache, Eric Toledano

Cast:  François Cluzet, Omar Sy, Anne Le Ny, Audrey Fleurot, Clotilde Mollet, Alba Gaïa Kraghede Bellugi,Cyril Mendy, Christian Ameri, Grégoire Oestermann, Joséphine de Meaux

Quasi amici, ispirato ad una storia vera, racconta l’incontro tra due mondi apparentemente lontani. Dopo un incidente di parapendio che lo ha reso paraplegico, il ricco aristocratico Philippe assume Driss, ragazzo di periferia appena uscito dalla prigione, come badante personale. Per dirla senza troppi giri di parole, la persona meno adatta per questo incarico. L’improbabile connubio genera altrettanto improbabili incontri tra Vivaldi e gli Earth, Wind and Fire, dizione perfetta e slang di strada, completi eleganti e tute da ginnastica. Due universi opposti entrano in rotta di collisione ma per quanto strano possa sembrare prima dello scontro finale troveranno un punto d’incontro che sfocerà in un’amicizia folle, comica, profonda quanto inaspettata.
vai alla scheda [/tab] [tab]

TERRAFERMA

Martedi 1 Aprile – ore 21.00

Regia: Emanuele Crialese

Nazione: Italia-Francia

Anno: 2011

Durata:  88 min

Genere: Drammatico

Distribuzione: 01 Distribution

Sceneggiatura:

Cast: Filippo Pucillo, Donatella Finocchiaro, Mimmo Cuticchio, Beppe Fiorello.

Due donne, un’isolana e una straniera: l’una sconvolge la vita dell’altra. Eppure hanno uno stesso sogno, un futuro diverso per i loro figli, la loro terraferma. Terraferma è l’approdo a cui mira chi naviga, ma è anche un’isola saldamente ancorata a tradizioni ferme nel tempo. È con l’immobilità di questo tempo che la famiglia Pucillo deve confrontarsi. Ernesto ha 70 anni, vorrebbe fermare il tempo e non vorrebbe rottamare il suo peschereccio. Suo nipote Filippo ne ha 20, ha perso suo padre in mare ed è sospeso tra il tempo di suo nonno Ernesto e il tempo di suo zio Nino, che ha smesso di pescare pesci per catturare turisti. Sua madre Giulietta, giovane vedova, sente che il tempo immutabile di quest’isola li ha resi tutti stranieri e che non potrà mai esserci un futuro né per lei, né per suo figlio Filippo. Per vivere bisogna trovare il coraggio di andare. Un giorno il mare sospinge nelle loro vite altri viaggiatori, tra cui Sara e suo figlio. Ernesto li accoglie: è l’antica legge del mare. Ma la nuova legge dell’uomo non lo permette e la vita della famiglia Pucillo è destinata a essere sconvolta e a dover scegliere una nuova rotta.

[/tab] [tab]

IL SOLE DENTRO

Martedi 29 Aprile – ore 21.00

Regia: Paolo Bianchini

Nazione: Italia

Anno: 2012

Durata:  100 min

Genere: Drammatico

Distribuzione: Medusa Film

Cast: Angela Finocchiaro, Francesco Salvi, Diego Bianchi, Gaetano Fresa, Fallou Kama, Giobbe Covatta

E’ un lungo viaggio quello di Yaguine e Fodè, due adolescenti guineani che hanno scritto a nome di tutti i bambini e i ragazzi africani una lettera indirizzata “Alle loro Eccellenze i membri e responsabili dell’Europa”. Nella lettera, i due ragazzi chiedono aiuto per avere scuole, cibo, cure, “… come i vostri figli che voi amate come la vita…”. Con la lettera in tasca Yaguine e Fodè si nascondono nel vano del carrello di un aereo diretto a Bruxelles ed inizia così il loro straordinario viaggio della speranza che si incrocia con il racconto di un altro viaggio, questa volta dall’Europa all’Africa, avvenuto dieci anni dopo, fatto da altri due adolescenti ed un pallone. Thabo che ha tredici anni, viene da N’Dola, un villaggio africano del Sud del mondo – non sa altro – ed è lì che cerca di tornare, accompagnato dal suo amico Rocco, quattordici anni, di Bari, Sud di quell’Europa piena di contraddizioni, che attira e respinge i popoli del sud del mondo, con questo moto così simile alle onde del mare che ci unisce e divide. Tutti e due i ragazzi sono vittime del mercato di bambini calciatori, sorta di mercato della carne, dal quale sono fuggiti. Fuggiti da un mondo all’apparenza dorato ma al quale loro sentono fortissimamente di preferire il ritorno.
[/tab] [tab]

Le PROIEZIONI inizieranno alle ore 21.00

INGRESSO UNICO € 3,00

 

 

[/tab]

[/tabcontent] [/tabs]